In Windows 10 arriva la possibilità di mettere in pausa e rimandare gli Aggiornamenti

Nuovo grado di controllo del Sistema per gli utenti del nuovo Sistema operativo Microsoft, in arrivo con il Creators Update.

In Windows 10 arriva la possibilità di mettere in pausa e rimandare gli Aggiornamenti HTNovo
Continuiamo ad analizzare gli aspetti più importanti emersi dalla Build 14997, versione interna Microsoft, trapelata in rete durante lo scorso Natale, ricca di nuove funzionalità, in arrivo a Gennaio per gli iscritti al Programma Insider, con il rilascio di nuovi Aggiornamenti, e per tutti gli utenti, il prossimo mese di Marzo, con il rilascio pubblico di Redstone 2 (Creators Update).

Fra gli aspetti più importanti di ciò che ci attende dal prossimo mese, in Windows 10, vi è la nuova possibilità, presente in Windows Update, di mettere in pausa gli aggiornamenti e rimandarli per un periodo massimo di 35 giorni.

In Windows 10 arriva la possibilità di mettere in pausa e rimandare gli Aggiornamenti 2 HTNovo
Abbiamo già, ampiamente, trattato l'argomento Aggiornamenti in Windows 10, resi gratuitamente automatici da Microsoft, al fine di garantire un Sistema costantemente efficiente e protetto, sempre al passo con nuove funzionalità e opportunità di utilizzo.
Abbiamo anche detto, più volte, che il rilascio di importanti Update può non trovare tutti i dispositivi dei vari Brand pronti alla ricezione e alla corretta esecuzione, dunque, la possibilità di poter rimandare il download e l'installazione di nuovi File, per un tempo sufficiente (oltre un mese) a garantire l'adeguamento per i vari dispositivi, è sicuramente un aspetto importante che eviterà lavoro di supporto agli addetti e grattacapi improvvisi agli utenti.

Ovviamente, l'Antivirus preinstallato, Windows Defender, continuerà ad essere aggiornato, sempre via Windows Update, con l'installazione quotidiana delle nuove definizioni di Virus e Spyware e Malware, così come saranno scaricati ed installati eventuali Update di emergenza, sempre legati alla sicurezza e alla protezione del Dispositivo.

Creative Commons License