La storica Schermata Blu di Windows (BSOD) diventa Verde (GSOD)

Cambia il colore della famigerata Schermata della Morte in Windows 10; il verde sostituisce il blu nelle versioni di Anteprima.

La storica Schermata Blu di Windows (BSOD) diventa Verde (GSOD) HTNovo
Durante questi giorni di Festa, gli appassionati di Windows 10 hanno avuto un bel regalo di Natale con la diffusione di ulteriori novità in arrivo per tutti nel 2017, contenute nella Build 14997, versione molto vicina alla finalizzazione di Redstone 2 (Creators Update), atteso al rilascio pubblico per la prossima Primavera.

Un simpatico siparietto, andato in scena su Twitter, fra Matthijs Hoekstra, dipendente Microsoft, e numerosi utenti, fra cui Chris123NT, appassionato Windows, ha svelato l'arcano proposto, inizialmente, da Hoekstra, su un reale cambiamento presente nelle famosa Build natalizia.

Dopo aver annunciato la presenza di una storica modifica, nella più recente versione di Anteprima di Windows 10, finita accidentalmente (?) in rete, il dipendente Microsoft da un ulteriore indizio tweettando, semplicemente, la parola Verde.
A quel punto, Chris123NT risponde con un'immagine di un'inedito BSOD di colore Verde, generato sul suo PC con in esecuzione Windows 10, Build 14997.
Matthijs conferma, con un simpatico "Sei il vincitore", riferito all'insider, aggiungendo che la trasformazione cromatica della Schermata della Morte riguarda solo le Build Insider.
Il motivo della scelta del Verde per i nuovi BSOD, che, da oggi, diventano GSOD (G sta per Green, Verde) non è ancora chiara, ma la ragione che ha spinto Microsoft al cambiamento sta nel riuscire ad identificare, con più facilità, la versione in uso degli utenti che riscontrano l'errore, per un supporto migliore e più specifico, distinguendo le copie stabili di Windows 10, che continueranno ad avere il blu come sfondo alle schermate con avvisi critici, da quelle di Anteprima Insider.

Dunque, è bello vedere come Microsoft cerchi, continuamente, di migliorare l'esperienza d'uso dei propri utenti, anche durante gli eventi nefasti, aumentando la qualità del grado di diagnosi e le possibilità di intervento, sia dell'utente, sia del supporto telemetrico.

Creative Commons License